Percorsi cosimiani in Firenze e in Toscana

A cura di MUS.E e Ufficio UNESCO del Comune di Firenze

grazie a UniCoop Firenze

dal 31-03-2019 al 24-11-2019


Durante il suo percorso politico Cosimo I de’ Medici – straordinariamente acuto e carismatico, ma anche “principe tremendo e spaventevole”, come scrive l’ambasciatore veneto Vincenzo Fedeli – ha disegnato in forma indelebile un nuovo assetto architettonico e urbanistico della città di Firenze e dell’intera Toscana: le testimonianze del suo governo e del suo volere sono infatti evidenti e consentono ancora oggi di leggerne significati, premesse, finalità.
Eletto appena diciassettenne “capo e primario del governo della città di Firenze e suo dominio”, infatti, Cosimo si trova a governare un ampio e fragile territorio che include vaste aree di campagna, piccoli borghi, grandi centri urbani: fra questi i vicariati di San Giovanni Valdarno, Certaldo e Scarperia; le enclaves della Lunigiana e della Garfagnana; le città di Arezzo, Pisa, Pistoia, Volterra, Cortona, a cui si aggiungerà dal 1555, dopo una guerra tanto breve quanto intensa, anche Siena.
Un percorso cittadino consente così di ripercorrere, passo dopo passo, i luoghi abitati, frequentati e rinnovati da Cosimo I: l’itinerario prende il via dalla sua casa di famiglia, Palazzo Medici su via Larga, per ampliarsi al “quartiere mediceo” circostante, alle residenze di dignitari e consiglieri, e proseguire con l’Accademia delle Arti del Disegno, la piazza e al palazzo ducale (poi divenuto il palazzo vecchio di piazza), le eleganti architetture delle magistrature e degli “uffizi”, palazzo Pitti, nuova e monumentale reggia medicea.
L’itinerario tratteggia così le principali committente architettoniche e urbanistiche disegnate da Cosimo I, che ancora caratterizzano in modo marcato il centro di Firenze.
D’altro canto, fra gli emblemi di Cosimo I figurano due áncore con la scritta latina «duabus», a significare i due fondamenti del suo potere: da una parte l’alleanza con l’Impero, dall’altra la fortificazione dello Stato di Toscana.
In effetti, se l’alleanza con l’imperatore Carlo V marca le sorti del governo fiorentino e del giovane duca posto al suo vertice, le fortezze e i presidi costruiti per volere di Cosimo I in ogni angolo della regione si offrono come evidenti capisaldi della sua politica territoriale.
Ecco perché un ciclo di appuntamenti sul territorio toscano permette di coglierne le evidenze più significative, dalle architetture tuttora presenti nelle grandi città toscane – a Pisa, Arezzo, Siena e Livorno – ai luoghi più intimi, come Cerreto Guidi o La Verna, a testimoniare tanto la politica di riordino, di controllo e di difesa del Duca quanto la sua diuturna frequentazione del territorio.

Le visite, organizzate in occasione del cinquecentenario della nascita di Cosimo e Caterina Medici dall’Ufficio UNESCO del Comune di Firenze e da MUS.E con il supporto di Unicoop Firenze, consentiranno così di leggere la città e il territorio e di vivere un’esperienza piacevole nell’intreccio fra storia e contemporaneità.

Per tutti coloro che vorranno proseguire in autonomia è inoltre disponibile l’applicazione multimediale sui luoghi cosimiani a cura dell’Accademia delle Arti del Disegno, sviluppata da Centrica con il supporto di Fondazione Cassa di Risparmio, scaricabile sui sistemi Android  e iOS.


PROGRAMMA:

Percorsi Cosimiani in Firenze

29 settembre – 27 ottobre – 24 novembre
h10 e h11.30

Partenza da Palazzo Medici Riccardi, via Cavour 1
Durata: 1h15’ per ciascuna visita


Percorsi Cosimiani in Toscana

– 25 agosto: Arezzo h10 e h11.30 e La Verna h15.30 e h17

– 15 settembre: Siena h10 e h11.30

– 20 ottobre: Villa di Cerreto Guidi h10 e h11.30. Punto di ritrovo: Piazza Vittorio Emanuele II (la piazza antistante i ponti medicei).
Fatta erigere in un luogo politicamente strategico oltre che funzionale all’attività venatoria tanto amata da Cosimo I – e non a caso prima residenza suburbana voluta dal Granduca – la Villa Medicea di Cerreto Guidi racconta con i suoi volumi e il suo stile architettonico le volontà della famiglia Medici. Il percorso quindi si snoderà tra esterno e interno per evidenziarne sia gli aspetti architettonici, come il giardino e la Pieve di San Leonardo annessa alla villa, sia le vicende personali di Cosimo e dei suoi familiari, come i suoi figli Isabella e Ferdinando, che con lui e come lui sono stati legati alla dimora granducale.

– 17 novembre: Pisa h10 e h11.30 e Livorno h14.30 e h16

Durata: 1h15’ per ciascuna visita

BIGLIETTI
Gratuito

Percorsi Cosimiani in Firenze:

prenotazione obbligatoria;

Gratuito

Percorsi Cosimiani in Toscana:

prenotazione obbligatoria;
Il primo turno di ogni visita dei Percorsi in Toscana è riservato ai soci Unicoop Firenze.

Informazioni e Contatti

Percorsi Cosimiani in Firenze:
29 settembre - 27 ottobre - 24 novembre
Partenza da Palazzo Medici Riccardi, via Cavour 1
Durata: 1h15’ per ciascuna visita

Percorsi Cosimiani in Toscana
25 agosto Arezzo e La Verna - 15 settembre: Siena - 20 ottobre Villa di Cerreto Guidi - 17 novembre: Pisa e Livorno
Durata: 1h15’ per ciascuna visita
Attenzione:
L’eventuale viaggio per raggiungere i luoghi di visita è a cura dei singoli partecipanti.
Le visite prevedono tratti da percorrere a piedi.
Il primo turno di ogni visita è riservato ai soci Unicoop Firenze.

La prenotazione è obbligatoria.

Per informazioni e prenotazioni
055-276224
info@muse.comune.fi.it
www.musefirenze.it